Scuola, da emendamento FdI spinta al liceo del made in Italy

Scuola, da emendamento FdI spinta al liceo del made in Italy

“Presentato dal gruppo di FDI alla Camera un emendamento al decreto-legge 31 maggio 2024, n. 71 a firma del capogruppo in commissione On. Amorese che consente ai dirigenti degli USR di poter derogare ai parametri relativi al numero minimo di alunni per classe (di cui al DPR 81/2009) su tutto il territorio nazionale, anche con riferimento ai nuovi percorsi ordinamentali e ai percorsi sperimentali. La norma può applicarsi non solo al percorso del liceo del made in Italy, ma anche a tutti i percorsi sperimentali attualmente esistenti e alla filiera formativa tecnologico-professionale. Infine, la proposta è volta ad eliminare la confluenza all’interno del liceo del made in Italy dell’opzione economico sociale presente all’interno del percorso del liceo delle scienze umane”.
Lo dichiara la senatrice di Fratelli d’Italia, Ella Bucalo, membro della commissione Cultura e Istruzione del Senato e vice responsabile del dipartimento scuola del partito.
Condividi