Scuola, investire in istruzione e cultura per contrastare dispersione scolastica e favorire crescita

Scuola, investire in istruzione e cultura per contrastare dispersione scolastica e favorire crescita

“La memoria è la base su cui costruire il futuro. Conservare e valorizzare la nostra storia significa trasmettere alle nuove generazioni i valori e le conoscenze che ci hanno preceduto. Il Liceo San Nilo rappresenta un esempio virtuoso di come la memoria possa essere tramandata e alimentata attraverso l’istruzione”.
A dirlo il senatore di Fratelli d’Italia, Ernesto Rapani che ha preso parte all’evento di presentazione del nuovo libro del Professor Francesco Filareto, intitolato “Il Liceo Classico San Nilo di Rossano”.  Un istituto prestigioso presente da oltre 150 anni. Nel suo intervento, il parlamentare ha sottolineato l’importanza di investire nella cultura e nell’istruzione come fondamenta per un futuro migliore. Fondato nel 1871, il Liceo San Nilo ha formato generazioni di studenti, contribuendo allo sviluppo culturale e sociale del territorio. La sua ricca storia si intreccia con quella della città di Corigliano Rossano, diventando un punto di riferimento per la comunità. Il senatore Rapani ha elogiato l’operato del Liceo San Nilo, definendolo “un’istituzione di eccellenza che ha saputo coniugare tradizione e innovazione” e ribadendo l’importanza di investire nella scuola e nella cultura come strumento per contrastare la dispersione scolastica e favorire la crescita del Paese. Un punto chiave dell’intervento del senatore Rapani è stato l’orgoglio personale nel vedere l’auditorium, luogo dell’evento, trasformato da un ambiente in stato di abbandono a una struttura vitale e funzionale. Rapani ha raccontato come, grazie al suo impegno diretto e alla collaborazione con le istituzioni locali, siano stati superati gli ostacoli e abbattute le barriere che minacciavano la sopravvivenza e lo sviluppo dell’istituto. Ha poi ricordato il momento cruciale in cui il liceo classico “San Nilo” rischiava di perdere la propria autonomia, nel 2012, evidenziando gli sforzi congiunti con il governo provinciale per evitare tale scenario. Grazie a tali sforzi, il liceo ha mantenuto la sua autonomia e, addirittura, sono state istituite nuove opportunità di gestione all’interno della scuola stessa, dimostrando l’impegno costante nel preservare e promuovere l’istruzione umanistica. Infine, il senatore Rapani ha sottolineato il ruolo significativo svolto dalle scuole umanistiche nell’educazione e nella formazione di professionisti di spicco in settori vitali come la medicina e la magistratura, evidenziando come il liceo classico “San Nilo” abbia contribuito significativamente alla formazione di individui che oggi ricoprono ruoli di prestigio in tutta Italia, confermando il suo status di istituzione di eccellenza nel panorama educativo nazionale.
Condividi