SCUOLA, RICONOSCIMENTO TITOLI ESTERI INSEGNANTI DI SOSTEGNO È PRIORITÀ GOVERNO

SCUOLA, RICONOSCIMENTO TITOLI ESTERI INSEGNANTI DI SOSTEGNO È PRIORITÀ GOVERNO

“Finalmente la battaglia del riconoscimento dei titoli esteri per chi ha studiato per diventare insegnante di sostegno nelle università dei Paesi Ue è approdata all’attenzione delle istituzioni. Approfondire l’argomento è mio dovere. È una battaglia di civiltà. Un tema che coinvolge famiglie, scuole, persone fragili e migliaia di posti di lavoro. Contrariamente a quanto accaduto finora, adesso c’è chi ci lavora con insistenza. Il governo ci sta lavorando. Ci siamo occupati di questo tema quando eravamo all’opposizione e, ora, non dimentichiamo quanto sia importante agire. Questo è solo un punto di partenza. Non siete soli. Spero che nel corso di qualche tempo avrete una risposta certa”.

Lo dichiara il senatore di Fratelli d’Italia, Marco Scurria, nel corso del convegno dal titolo “Insegnanti di sostegno. Riconoscimento dei titoli esteri, politica e normativa verso una soluzione europea” che si è tenuto oggi presso la sala “Caduti di Nassiriya” di Palazzo Madama. Nel corso dell’evento è intervenuta anche la senatrice di FdI, Lavinia Mennuni.

“Per molti anni sono stata consigliere di un Comune italiano e conosco in profondità il lavoro straordinario degli insegnanti di sostegno che garantiscono inclusione e accoglienza – spiega Mennuni – Le famiglie ci chiedono la stabilizzazione di queste figure, intensificando gli organici. So che il governo sta lavorando per approntare una soluzione. E nel minor tempo possibile sarà trovata una soluzione congrua non solo per gli insegnanti, ma anche e soprattutto per le famiglie che vivono questo problema”, conclude Mennuni.

Condividi