SHOAH, VIAGGI MEMORIA MIGLIOR ANTIDOTO CONTRO NEGAZIONISMO

SHOAH, VIAGGI MEMORIA MIGLIOR ANTIDOTO CONTRO NEGAZIONISMO

“I viaggi della memoria sono il miglior antidoto contro il negazionismo, la memoria è il nostro bagaglio ma anche il nostro biglietto da visita per un futuro migliore”.

Lo ha affermato in aula la senatrice di Fratelli d’Italia Ester Mieli.

“Quello che è accaduto – osserva Mieli – è indelebile ma il nostro obiettivo non è solo commemorativo, occorre unirsi politicamente contro ogni forma di antisemitismo. L’ antisionismo e spesso la maschera ipocrita dell’antisemitismo “.

“Va rigettata – sottolinea Mieli – ogni forma di oblio e quello di investire sui viaggi della memoria è insegnare ai giovani a diventarne testimoni e sentinelle, quando coloro che sono sopravvissuti non ci saranno più. I superstiti della Shoah ci hanno lasciato un grande insegnamento, quello di rifuggire dall’odio chiedendo giustizia ed è a questi principi che i nostri giovani devono guardare”.

“Penso – conclude Mieli – che la memoria significhi anche rendere un tributo a coloro che hanno combattuto contro il nazifascismo come i soldati americani che oggi riposano nei cimiteri come quelli di Anzio o di Piangipane dove sono tra l’altro sepolti i soldati della brigata ebraica incredibilmente offesi ed umiliati nelle celebrazioni del 25 aprile. Sappiamo che la libertà ha un costo e non dobbiamo mai dimenticarlo. E quindi votiamo con convinzione a favore di questo provvedimento”.

Lo dichiara in aula la senatrice di Fratelli d’Italia Ester Mieli.

Condividi