SPORT, CORDOGLIO PER GIANI, LAVOREREMO PERCHE’ NON ACCADA PIU’

SPORT, CORDOGLIO PER GIANI, LAVOREREMO PERCHE’ NON ACCADA PIU’

“Purtroppo siamo stati costretti a vedere, ancora una volta, un giovane atleta lasciarci dopo un malore in campo. In questi anni purtroppo, soprattutto nelle serie minori, questi episodi si sono susseguiti a catena e hanno aperto tantissimi interrogativi, rimasti ancora oggi irrisolti. Sono sicuro che le società dilettantistiche, così come quelle professionistiche, sono impegnate pancia a terra per eliminare questo fenomeno, ma se le lasciamo sole il pericolo è che, con le loro sole forze, non possano superare alcuni limiti. Anche per questo, con la volontà di tutte le forze politiche, tratteremo anche il tema dei controlli sanitari, nelle audizioni previste in settima commissione sport del Senato sulla riforma del calcio italiano. Domani iniziano le importanti audizioni di Coni, Figc e Sport e Salute e affronteremo le ipotesi di riforme possibili. Non mancherà anche di approfondire le modalità per evitare questi drammatici episodi.
Esprimo il mio più profondo cordoglio per Mattia Giani, la sua famiglia e la sua squadra, lavoreremo perché questi episodi non accadano mai più”.
Lo scrive Paolo Marcheschi, senatore di Fratelli d’Italia e capogruppo in commissione sport.
Condividi