Sport dilettantistico è motore sociale dei territori

Sport dilettantistico è motore sociale dei territori

Dal 17 al 19 maggio dirigenti federali, società, tesserati, sportivi e aziende sponsor si ritroveranno a Lanciano Fiere per progettare il futuro della Lega nazionale dilettanti (Lnd). Questo vero e proprio laboratorio in cui verranno discussi temi cruciali con workshop e tavole rotonde si chiama “Quarto Tempo” ed è stato presentato oggi nella Sala Zuccari del Senato della Repubblica su iniziativa dei senatori abruzzesi di Fratelli d’Italia, Guido Quintino Liris ed Etelwardo Sigismondi. “Siamo onorati – afferma quest’ultimo – di poter presentare tale iniziativa. Ringraziamo la Lnd per aver scelto come sede l’Abruzzo, che in questi anni con il presidente Marsilio ha investito tanto nello sport. È un’iniziativa di prospettiva, perché il calcio dilettantistico muove un settore enorme e ricopre una funzione anche sociale. ‘Quarto Tempo’ – conclude Sigismondi – affronterà temi importanti non solo legati strettamente al calcio dilettantistico”. Gli fa eco il senatore Liris. “Da ex assessore regionale allo Sport – spiega – avevamo pensato a un’iniziativa di questo tipo, che tracciasse un programma dello sport regionale nel tessuto sociale. Pertanto – continua il parlamentare – questa edizione zero accende i riflettori sul mondo dei giovani, della disabilità, dell’alimentazione, della medicina dello sport, della prevenzione, del calcio femminile, dell’impiantistica sportiva: tanti messaggi educativi che mediante un ammortizzatore sociale che è lo sport dilettantistico riusciamo a far diventare protagonisti nel sistema Italia”. “Del resto lo sport dilettantistico – conclude Liris – fa meno rumore, ma è il vero motore sociale nei territori”.

Condividi