TERZO SETTORE, ALTRO TRAGUARDO DEL GOVERNO MELONI

TERZO SETTORE, ALTRO TRAGUARDO DEL GOVERNO MELONI

“L’approvazione del DDl Terzo settore è l’ennesima dimostrazione che il governo Meloni non lascia indietro nessuno. Il testo, approvato ieri in Senato, a larga maggioranza, è un’importante passo in avanti a beneficio di chi opera ogni giorno con impegno e con servizi che vanno ad integrare quelli offerti dalle strutture pubbliche. Il nuovo complesso normativo apporta importanti modifiche che coinvolgono diversi ambiti  tra cui personalità giuridica, bilancio, possibilità di delega nel registro unico nazionale del Terzo settore, rapporti di lavoro e tanto altro ancora e rappresenta un presidio essenziale, anche grazie alle semplificazioni amministrative e alle disposizioni per un più puntuale reperimento delle risorse necessarie a fare funzionare l’articolata macchina della solidarietà sociale, che è sempre a tutela dei cittadini. Tra le novità si prevede una deroga per le assunzioni di assistenti sociali, nuove agevolazioni fiscali sulle donazioni per gli enti del Terzo Settore, semplificazioni per gli enti di piccole dimensioni, e si istituisce per il 9 aprile la giornata nazionale dell’ascolto dei minori. Dunque, vorrei fare un plauso all’Esecutivo che aveva promesso di approvare questo testo entro l’estate e ancora una volta la promessa è stata mantenuta”.
Lo dichiarano i senatori di Fratelli d’Italia Franco Zaffini e Paola Mancini, rispettivamente presidente della Commissione Sanità e Lavoro e componente della Commissione Lavoro di Palazzo Madama.
Condividi