Veneto. Firmati i decreti di calamità eccezionale

Veneto. Firmati i decreti di calamità eccezionale

Il Ministro dell’agricoltura, della sovranità alimentare e delle foreste Francesco Lollobrigida ha firmato oggi tre decreti di dichiarazione del carattere di eccezionalità degli eventi atmosferici calamitosi che si sono abbattuti sul Veneto negli scorsi mesi. Il primo riguarda i fatti del 22 novembre 2022 che interessarono le province di Padova, Venezia, Vicenza, Verona e Rovigo; il secondo copre il periodo dal 30 ottobre al 5 novembre 2023 per i territori di Padova, Treviso, Venezia, Vicenza e Verona; l’ultimo, infine, interessa le aree delle province di Padova, Rovigo, Treviso, Vicenza, Venezia e Verona per le piogge abbattutesi nel periodo 26 febbraio – 10 marzo 2024. I decreti elencano nel dettaglio anche i comuni interessati dalla dichiarazione.
“Si tratta di tre documenti molto importanti per il territorio veneto”, sottolinea il senatore di Fratelli d’Italia, Luca De Carlo, presidente della IX Commissione Senato – Industria, commercio, turismo, agricoltura e produzione agroalimentare e coordinatore veneto di Fratelli d’Italia. “È l’ennesimo grande segnale di attenzione di questo Governo al Veneto e alle fragilità dei territori, tenendo sempre un occhio particolare di riguardo alla sicurezza ma anche alle realtà agricole. I temi della sicurezza idrogeologica e della prevenzione e contrasto ai cambiamenti climatici sono tra le priorità dell’operato della Commissione che mi onoro di presiedere, del Ministero dell’agricoltura e dell’intero Governo Meloni”.
Condividi