Violenza donne, basta abusi come armi belliche, presenterò ddl 

Violenza donne, basta abusi come armi belliche, presenterò ddl 

“Il tema di cui vogliamo parlare oggi è di forte attualità, da sempre i Paesi invasori usano la violenza contro le donne per umiliare e piegare il popolo invaso, come tattica bellica. Oggi vogliamo dare voce ai Paesi in guerra più vicini a noi come Israele ed Ucraina e vogliamo iniziare una serie di incontri che vedranno protagoniste altre Nazioni che subiscono violenze. Questa piaga è un’atrocità efferata universale, messa in campo da criminali senza organizzazioni con l’obiettivo di distruggere intere popolazioni e come tale deve essere affrontata: per questo presenterò un disegno di legge che sanzioni le violenze perpetrate sulle donne nei Paesi di guerra come arma bellica, un ddl che sarà aperto a tutti coloro che vorranno dare il loro contributo e vorranno sottoscriverlo. Assieme al supporto del Presidente Terzi, del Presidente Balboni e delle colleghe Valente e Quartapelle che ringrazio, desidero far partire un messaggio chiaro: soltanto uniti possiamo farcela”.
Lo dichiara Susanna Donatella Campione, senatrice di Fratelli d’Italia e componente della commissione sul Femminicidio al Senato durante il convegno presso il Chiostro del Convento di Santa Maria sopra Minerva dal titolo ‘La Violenza sulle donne come strategia di guerra – I casi Israele e Ucraina’.
Condividi