Zone 30, adesso Gualtieri receda da questa proposta

Zone 30, adesso Gualtieri receda da questa proposta

“Siamo soddisfatti del lavoro svolto dal Ministro Salvini e dal Sottosegretario Bignami sulle zone 30. La risposta di oggi alla interrogazione di Fdi a prima firma del collega Lisei ha evidenziato un approccio giusto ed equilibrato al tema della sicurezza stradale con l’utilizzo delle zone 30 legato ai luoghi sensibili come ad esempio le scuole e non generalizzato come fatto dal Sindaco di Bologna e come annunciato anche da quello di Roma. Invitiamo dunque in particolare Gualtieri a recedere dall’idea, cara alle giunte di sinistra, di dedicare addirittura il 70% delle strade cittadine al limite di velocità’ a 30 km/h. E’ già abbastanza paralizzata la mobilità della Capitale da non meritare una simile insensata mossa che sarebbe il colpo di grazia. Pensi piuttosto il Sindaco a migliorare il trasporto pubblico ed a mettere in campo efficaci misure sulla sicurezza stradale come ad esempio un piano di rotatorie ed attraversamenti pedonali rialzati per migliorare la sicurezza stradale che è sicuramente un grave problema della città ma proprio per questo merita risposte serie e non strumentali come quella della estensione generalizzata delle zone 30”.

 

Lo dichiara il senatore di Fratelli d’Italia Andrea De Priamo, firmatario della interrogazione di Fdi sulle zone 30.

Condividi